Yellow Ribolla Gialla Primosic 2019


Bottiglia: 26 €

Bicchiere:

Denominazione: VENEZIA GIULIA IGT

Cantina: Primosic

Annata: 2019

Vitigno: RIBOLLA GIALLA

Colore: Bianco

Alcool: 13%


Acidità: 

Affinamento:

Fruttato: 

Corpo: 

Dolcezza: 

Tannino: 

Punteggio: 

Caratteristiche speciali  Convenzionale

Abbinamento AperitivoCucina EtnicaPescePesce CrudoPrimi di Pesce


Nazione:  Italia

Regione:  FRIULI VENEZIA GIULIA

Zona: 

Volume:  75 CL


Descrizione

“Think Yellow” è la Ribolla Gialla che Primosic produce nella regione del Collio, in una tradizione che affonda nel territorio, a partire da Carlo Primosic, che, a fine ‘800, riforniva commercianti di vino dell’allora Impero austro-ungarico,  prendendo la via per Vienna in grandi botti di legno.  Dopo la devastazione lasciata in eredità dai conflitti mondiali fu Silvan Primosic di rilanciare l’attività di produzione viticola. I frutti di anni di sforzi e dell’esperienza di famiglia arrivano con la vendemmia del ’64, la prima imbottigliata, che da subito viene riconosciuta a livello internazionale. Sono ora i figli Marko e Boris a traghettare le meravigliose espressioni di Oslavia verso il successo, sempre supportati dal padre che di queste vittorie è l’artefice. La Ribolla Gialla “Think Yellow” è il fiore all’occhiello della produzione di Primosic, con le radici ancorate sul suolo di marna arenaria detta “ponca“, in un paesaggio costituito da un susseguirsi continuo di rilievi collinari, salite e discese che proseguono fino alla Slovenia. Racchiuse tra mari e monti, queste viti sono particolarmente fortunate nel riuscire a bilanciare alla perfezione il sole che si riverbera nel mare Adriatico con la sua brezza salina e i venti freschi delle Alpi Giulie. La ventilazione garantita da queste particolari condizioni, permette di ottenere uve perfettamente sane. Vinificate in bianco dopo la raccolta manuale, esse subiscono una pressatura soffice e una breve macerazione a freddo, prima di svolgere la fermentazione alcolica in serbatoi di acciaio inossidabile, con l’unico utilizzo di lieviti indigeni.